Lettera ai Cittadini


Carissimi concittadini,

Vi invio questa lettera per rendervi partecipi di quali siano gli obiettivi della mia candidatura a consigliere comunale della nostra città ed i sentimenti che mi spingono a mettermi di nuovo in gioco in quella che io considero una bella avventura. Quando ho deciso di partecipare alle prossime elezioni comunali, ho pensato ad una città moderna che sapesse coniugare la sua voglia di futuro al bisogno di protagonismo dei suoi abitanti.

Mi è stato allora facile ricordare le cose fatte nel corso della mia vita ed il significato che hanno avuto per me stesso e la mia città: l’apertura del palazzo ex ONPI rimasto incompiuto per trent’anni ed ora diventato un presidio indispensabile per l’organizzazione della medicina territoriale del comprensorio aquilano; la chiusura dell’Ospedale Psichiatrico “Santa Maria di Collemaggio” ottenuta grazie al coinvolgimento e alla passione solidaristica di tutta la città; la creazione di una rete di assistenza psichiatrica (strutture riabilitative, case-famiglia) tra le più diffuse ed efficienti dell’intero territorio nazionale; apertura della REMS di Barete, unanimamente considerata una delle realtà più moderne d’Italia.

Tutte cose fatte per favorire la realizzazione delle aspettative delle persone all’interno di progetti moderni ed avveniristici. è questa una parte della mia identità di “uomo del fare” che voglio mettere a disposizione per risolvere i problemi più annosi della nostra comunità. Valorizzazione del Gran Sasso, recupero del Centro storico, esaltazione del ruolo delle Frazioni, un turismo itinerante e stazionario basato sulla collaborazione tra Istituzioni ed operatori del settore rappresentano alcuni dei temi significativi del mio prossimo impegno istituzionale. L’obiettivo è sempre rappresentato dalla CENTRALITà del CITTADINO e del suo FUTURO. Un auspicio? Un sogno? No! UNA CERTEZZA!