La Notte Bianca Aquilana

Share

La notte bianca aquilana ha rappresentato uno spettacolo indimenticabile dove il cittadino comune ha assunto il ruolo di indiscusso protagonista. Migliaia di persone hanno invaso la città con l’entusiasmo di una ritrovata voglia di vivere e la compostezza di chi sente la responsabilità del proprio futuro. Immagini su immagini che hanno scandito le sequenze di una prospettiva che per essere reale non può che tenere conto dell’entusiasmo manifestato con tanto impeto e tanta forza da una città orgogliosa di se stessa. Penso che il compito della prossima Amministrazione Comunale sia proprio quello di non disperdere questa ricchezza sociale con scelte forti, dettate da quello che io ho sempre definito” pensare in grande”, capaci di innestare processi identificativi sui quali tutti si sentano protagonisti. C’è bisogno di infrastrutture che evitino l’isolamento, rendano appetibili le nostre risorse e promuovano le interazioni tra L’Aquila e le sue Frazioni. Iniziative importanti, da studiare con profondità e proporre con la partecipazione diretta della nostra gente. Una Democrazia partecipata che istituzionalmente raffiguri i volti sorridenti di questa notte e che si riconosca nella infinita bellezza del nostro territorio.